Regolamento Congressuale


 

XVIII Congresso Nazionale dell’Ordine dei Periti Agrari
dei Periti Agrari Laureati
REGOLAMENTO
*******************************************
ART. 1
Il Congresso

E’ indetto il XVIII Congresso Nazionale dell’Ordine dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati e si svolge sotto gli auspici del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati.
L’organizzazione del Congresso è affidata alla Commissione Organizzativa, costituita nell’ambito del C.N.P.A.
Il Congresso si svolge nel comune di Barga (LU) – presso Il Ciocco Resort – nei giorni 6-7-8 Ottobre 2016.
Il Congresso ha come tema: “Le filiere agroalimentari: ruolo del Perito Agrario”.
I lavori congressuali hanno lo scopo di far emergere le peculiarità e le opportunità della professione di Perito Agrario nel contesto Nazionale ed Internazionale.
Al termine dei lavori sarà presentata la carta delle “Filiere Agroalimentari”.

ART. 2
Lavori Congressuali
Il Congresso è presieduto dal Presidente del C.N.P.A. o da un componente dell’Ufficio di Presidenza.
I lavori congressuali si articolano nelle seguenti fasi:
A. Presentazione ufficiale del tema congressuale;
B. Relazioni ufficiali;
C. Presentazioni di eventuali contributi allegati, provenienti dagli Ordini Territoriali, dai Coordinamenti e dai partecipanti;
D. Elaborazione e proposte congressuali;
E. Approvazione della carta delle “Filiere Agroalimentari”.
Ai fini della richiesta d’intervento sulle tematiche del Congresso, i delegati devono entro il 5 Settembre 2016, per iscritto, presentare richiesta corredata dal testo, almeno sintetico, del contenuto dell’intervento, tenendo in considerazione che le memorie o relazioni scritte, dovranno essere fornite su supporto magnetico. Compete al Comitato di Presidenza ogni decisione in merito alla organizzazione e svolgimento del dibattito. I lavori si svolgono secondo il calendario allegato al presente regolamento, salvo le variazioni che potranno essere decise dal Comitato di Presidenza.

ART. 3
Partecipazione ai lavori congressuali

Al Congresso partecipano:

a. Le rappresentanze degli Ordini Territoriali dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati per mezzo dei propri delegati secondo quanto specificato dal successivo art. 4;
b. I componenti del Consiglio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati, della Consulta e della Fondazione Periti Agrari;
c. I relatori, le autorità, i rappresentanti degli enti e delle associazioni che siano stati invitati;
d. I Periti Agrari ed i Periti Agrari Laureati iscritti negli Albi professionali;
e. I tirocinanti, gli studenti delle Università e degli Istituti Tecnici Agrari e gli uditori, partecipano in qualità di osservatori compatibilmente alla disponibilità della capienza della sala.

ART. 4
Delegati

Al Congresso, gli Ordini Territoriali dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati, sono rappresentati dai Presidenti o dai delegati nominati secondo le decisioni autonomamente prese in merito.

ART. 5
Articolazione dei lavori documenti congressuali

I lavori del Congresso avranno luogo nelle giornate del 6-7-8 Ottobre 2016, durante le quali i relatori ufficiali illustreranno i temi generali.
Durante i lavori saranno ammessi interventi dei Congressisti e richieste di chiarimenti sugli argomenti trattati.
Le memorie o relazioni scritte, non relative agli interventi, ma da inserire negli atti del Congresso, non potranno superare le 10 cartelle dattiloscritte ciascuna di 30 righe per 60 battute.
Le relazioni pervenute in tempo utile saranno consegnate ai delegati ed agli osservatori del Congresso all’atto della loro registrazione.
Le mozioni dovranno essere, per quanto possibile, sintetiche e comunque pertinenti ai concetti informativi del tema del Congresso.
Alla discussione dei temi delle mozioni possono partecipare gli iscritti al Congresso (con esclusione degli osservatori).
Tali documenti, per essere accettati ed eventualmente messi a votazione, debbono essere proposti al Comitato Scientifico dattiloscritti e controfirmati in originale da almeno 20 iscritti agli Ordini Territoriali. Le mozioni, per essere accettate e poste in votazione, dovranno essere presentate all’apposita commissione preposta al loro esame entro le ore 18.00 del giorno 6 Ottobre 2016; le mozioni presentate oltre l’orario sopra definito saranno respinte dall’apposita commissione.
Il giudizio sulla proponibilità di ogni mozione spetta insindacabilmente al Comitato Scientifico.
Le mozioni accettate dal suddetto Comitato Scientifico saranno poste in votazione dall’Ufficio di Presidenza. Su ciascun documento prima della votazione saranno ammessi interventi a favore e contrari.

ART. 6
Votazioni

Il diritto di voto spetta soltanto agli iscritti all’Ordine Territoriale presenti al momento delle votazioni dei singoli documenti; essi hanno diritto ciascuno ad un voto.
L’eventuale voto sui documenti verrà adottato a maggioranza degli aventi diritto al voto.
Nel caso in cui i voti espressi, favorevoli o contrari, non superino la metà dei voti esprimibili dai partecipanti all’Assemblea, il Comitato di Presidenza dichiara il mancato esito della votazione. La votazione avverrà in maniera palese.

ART. 7
Comitato di Presidenza con funzioni di garanzia

Il Comitato di Presidenza, che svolge anche la funzione di Comitato di garanzia, ha la direzione delle discussioni congressuali con facoltà insindacabile di fissare i tempi e le modalità degli interventi, nel rispetto del quadro generale dei tempi di svolgimento dei lavori congressuali, così come da programma, nonché la direzione e la responsabilità delle eventuali operazioni di voto.
Il Comitato di Presidenza riceve i documenti finali elaborati dal Comitato Scientifico Organizzativo, ne verifica l’ammissibilità, e decide l’ordine di discussione e/o votazione del Congresso.
Il Comitato di Presidenza è così composto:

 Il Presidente del C.N.P.A.P.A.L, con ruolo di Presidente;
 Il Vice presidente, il Segretario, il Tesoriere del C.N.P.A.P.A.L. e tre componenti designati il giorno 6 Ottobre 2016 dagli iscritti che eleggono un rappresentante per ogni area geografica (Nord, Centro, Sud)
 Il Segretario del C.N.P.A.P.A.L. è il segretario del Comitato di Presidenza;

Il Comitato di Presidenza svolgerà le seguenti funzioni:

 Verifica iscritti presenti;
 Esame dei testi delle mozioni per controllarne la corretta stesura e presentazione, in conformità alle norme del regolamento, verificarne la stretta aderenza al tema congressuale, giudicarne l’accettabilità e proponibilità al Congresso, accorpare eventuali testi identici o simili e respingere le mozioni giudicate non rispondenti a dette norme;
 Esercitare i poteri stabiliti dal presente regolamento.

Le decisioni del Comitato di Presidenza, assunte a maggioranza dei suoi componenti, sono insindacabili e inappellabili.

ART. 8
Comitato scientifico organizzativo

Cura la predisposizione dei documenti congressuali e l’organizzazione congressuale. Ai fini della rispondenza alla tematica del Congresso, è compito del Comitato tendere alla unificazione dei documenti presentati.
Il Comitato, costituito dal Presidente e da tre Consiglieri Nazionali, assume l’incarico di gestione della segreteria del Congresso.
Il Segretario del C.N.P.A.P.A.L. svolge le funzioni di Segretario del Comitato.
Compito della Segreteria è quello di predisporre e curare l’attuazione del piano logistico-finanziario dei lavori congressuali e di predisporre il calendario del loro svolgimento. Le decisioni del Comitato scientifico organizzativo sono assunte a maggioranza dei suoi componenti.

ART. 9
Atti del Congresso

Gli eventuali atti del Congresso saranno inviati ai partecipanti.

ART. 10
Norme organizzative

Le norme organizzative sono emanate dal Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati.